Il mercato di film e telefilm su Internet non è mai stato così affollato. Google starebbe infatti negoziando con le principali major americane una serie di accordi finalizzati alla distribuzione di contenuti sul suo portale di videosharing: Youtube. Il nuovo servizio sarà interamente basato sullo streaming, gli utenti che vorranno servirsene pagheranno una cifra massima pari a 5 dollari per fruire dei titoli di più recente uscita, mentre sono già disponibili anche titoli più datati in modalità gratuita (ma solo in inglese) sulla pagina Movies.

Il servizio dovrebbe partire entro quest'anno nell'area statunitense, per poi estendersi anche all'Europa, visto che il testing preliminare della piattaforma di distribuzione è già iniziato a gennaio. Il rilascio al pubblico sembra ormai imminente. Ad accelerare le trattative potrebbe essere il lancio sul mercato di iTV (o Apple Tv) l'hardware di Apple, che sfrutta anch'esso lo streaming mediante la formula del noleggio. La vera differenza ci sarà però quando Google lancerà sul mercato un'alternativa hardware al prodotto della Apple: la Google TV, un decoder con sistema operativo Android (i primi modelli a marchio Sony sono previsti per novembre 2010 negli Usa).

Questo dispositivo, come iTv, permetterà al pubblico di vedere sul televisore di casa (o su altri supporti) documentari, film, serie tv e anche tutti i contenuti forniti da YouTube, rendendo sempre più elastica e personalizzata la fruizione dei programmi TV. La guerra della pay tv è appena cominciata.

La riproduzione di questo contenuto è autorizzata esclusivamente includendo il riferimento alla fonte e all'attivazione di un link di riferimento.