Quando si tratta di campionato di calcio, gli uomini sono generalmente molto attenti alle notizie che indicano quali partite saranno visibili " in chiaro" e quali, invece, saranno trasmesse dalla pay tv.

Per la stagione 2011-2012, la Serie B partirà solo sulla piattaforma pay tv di Sky poiché non sono state ritenute congrue le due offerte arrivate per il pacchetto B Gold Live e quindi sono ancora invenduti i diritti per il digitale terrestre. Il presidente della Lega di B, Abodi, ha annunciato lo spostamento del limite per la vendita al 10 settembre (data della terza giornata di campionato), contando di trovare un accordo ''su una selezione maggiore del prodotto a un prezzo piu' basso rispetto al bando''.

La speranza è quella di trovare un accordo che con tutta probabilità dovrebbe essere raggiunto sulla base di una cifra più bassa rispetto a quella richiesta fino a pochi giorni fa (6 milioni di euro). L'intento delle società cadette è comunque quello di non scendere sotto i 5 milioni garantiti da Dahlia fino allo scorso anno.

Si tratta di una situazione di stasi che fa gioco a Mediaset Premium: la pay tv del Gruppo Mediaset è pronta a concludere la trattativa in extremis, cioè dopo l'inizio del campionato, risparmiando un notevole esborso di denaro.

Al momento Sky resta l'unica piattaforma pay tv in possesso dei diritti per trasmettere le gare della prima giornata del campionato cadetto. Peraltro la pay tv satellitare - ad eccezione degli anticipi serali - offre la Bwin in pay per view, con la conseguenza che gli abbonati ai pacchetti Sport e Calcio dovranno pagare una somma aggiuntiva per poter seguire tutte le gare del torneo.