Il rapporto recentemente redatto da ITMedia Consulting relativo al mercato televisivo offre una visione lungimirante sul futuro e sugli sviluppi del settore tv e pay tv. Non accadeva da un ventennio, eppure è un dato di fatto: il settore chiude con una flessione negativa rispetto al 2010.

La colpa, attribuibile alla diminuzione degli introiti pubblicitari, ha comportato un calo sostanziale: il 2011 si chiuderà a 8.774 miliardi di euro, 15 milioni in meno rispetto all'anno precedente. Il dato è più che significativo, e sembra disegnare l'anteprima di un trend, con regole televisive completamente sovvertite dal successo riscosso dalla pay tv. La tv a pagamento ha rivoluzionato il palinsesto degli italiani, sempre più orientati verso proposte on demand.

Grazie alle innovazioni tecnologiche di Sky - 3D, decoder, alta definizione - e alla competitività di Mediaset, che ha fatto del prezzo uno dei suoi elementi distintivi, sembra che il settore tv sia trainato dagli utenti, più che dalla pubblicità. "Già oggi - spiega Augusto Preta, amministratore delegato di ITMedia Consulting, il 55% dei quasi 8.8 miliardi di euro di ricavi complessivi della piazza televisiva sono dati dalla somma del canone Rai e dagli abbonamenti delle pay tv di Murdoch e Berlusconi. E solo il 45% della torta è rappresentato dagli spot pagati dalle aziende.

Mediaset, Rai e Sky si dividono il 95% del mercato, ma per il 2013, la tv via cavo sta preparando il grande sorpasso: la tv di Murdoch sarà detentrice del 34% delle quote di mercato; all'azienda fondata da Berlusconi spetterà, invece, il 33%. In fondo, non si tratta di una novità: Sky, leader incontrastato del settore pay tv, ha raggiunto i 5 milioni di abbonati, salutando da lontano Mediaset, ferma a 1,9 milioni di utenti, a cui si aggiungono 2,5 milioni di carte ricaricabili attive.

Lo scenario televisivo è oggetto di importanti cambiamenti, e l'utente, per trovare l'abbonamento più adatto alle proprie necessità, può avvalersi di SuperMoney, il portale che permette di valutare le migliori offerte pay tv per il satellite, il digitale terrestre e la tv on line.