Google non si lascia sfuggire nulla e, come un bravo imprenditore, sa fiutare l'affare giusto. Così, sebbene sia il leader incontrastato dei motori di ricerca, il colosso di Mountain View esplora nuovi settori, come quello della pay tv.

Proprio grazie alla forza della sua rete in fibra ottica super veloce, Google erogherà servizi di tv on demand. Non si tratta di rumors: a rivelare l'ingresso del colosso statunitense nel comparto della tv a pagamento è stato il Wall Street Journal, che ha svelato anche come Google abbia già da tempo preso accordi con alcune major cinematografiche.

I dettagli si sprecano e sono già stati resi noti anche alcuni termini del contratto: tra le case cinematografiche con cui Big G ha stretto accordi spiccano nomi di prestigio come Walt Disney, Time Warner e Discovery Communications. La notizia non dovrebbe scomporre più di tanto, visto che di recente sono stati spesi 100 milioni di dollari per lo sviluppo di contenuti originali destinati a diversi canali YouTube.

Per quanto riguarda l'Italia e una possibile erogazione dei servizi Google pay tv, gli ottimisti faranno bene a contenere l'entusiasmo: lo Stivale, infatti, per colpa di linee e connessioni primordiali, molto probabilmente dovrà rinunciare a questi servizi. Un vero peccato considerando il successo con cui è stata accolta la pay tv sui tablet, senza contare la grande diffusione che ha conosciuto in Italia: si stima che entro il 2013, Sky, leader delle tv via cavo, supererà Mediaset.

Le offerte che popolano il mercato della tv on demand sono davvero tante: per tenere sotto controllo le proposte più interessanti e trovare l'abbonamento più adatto alle proprie necessità, l'utente può consultare SuperMoney, il portale che permette di valutare le migliori offerte pay tv per il satellite, il digitale terrestre e la tv on line