Se in Italia la pay tv di Sky continua a registrare un forte successo, anche fuori dai confini nazionali, la BSkyB, la pay tv britannica della News Corporation (che in Italia controlla Sky) ha chiuso il 2011 con un bilancio annuale molto positivo. La pay tv del Regno Unito, infatti, ha fatto registrare un utile in forte rialzo nel primo semestre dell'anno fiscale che si è chiuso a dicembre 2011. Nonostante le difficoltà causate dalla crisi internazionale, si è registrata una crescita di fatturato nei termini del 6% (pari a 3,36 miliardi di sterline) grazie all'aumento della base degli abbonati.

I buoni risultati dell'azienda ottenuti nel 2011 hanno portato a dicembre a una stima del bacino di utenza di 10.471.000 clienti diretti nelle sole Isole britanniche. L'obiettivo di BSkyB è ora di ampliare ulteriormente il suo bacino di utenza, con l'apertura di un nuovo centro servizi a Dublino e con una proposta nel 2012 di un servizio tv on line, per puntare a conquistare i 13 milioni di famiglie britanniche che non hanno ancora un abbonamento di pay tv.

La notizia è arrivata dal "Wall Street Journal", che ha annunciato come i nuovi abbonati potranno avere accesso alla library del gruppo che prevede film, sport, partite di calcio, senza dover avere la parabola satellitare. Si parla inizialmente di un canale dedicato interamente alla Formula 1, per poi allargarsi ad altri programmi di sport e intrattenimento. Le condizioni dell'offerta commerciale di questo nuovo servizio non sono ancora state definite, ma si pensa che l'azienda britannica potrebbe puntare in prevalenza sul pay per view, cioè la fruizione a pagamento di uno o più programmi televisivi scelti dall'archivio messo a disposizione dalla pay tv stessa.

Dopo l'annuncio dello sbarco di Google e di Youtube sul web, l'iniziativa di BSkyB rappresenta un altro importante passo del settore della pay tv verso la conquista del mercato televisivo, che appare ormai dominato da queste realtà a pagamento, capaci di offrire un servizio sempre più completo e diversificato ai clienti.