Come previsto dal decreto Bersani che ha abolito le penali in caso di recesso anticipato, i clienti della pay tv satellitare sono liberi di interrompere il servizio in qualsiasi momento, anche se il regolamento Mediaset prevede un abbonamento annuale che si rinnova tacitamente di anno in anno. L'operatore può richiedere all'abbonato soltanto l'addebito dei costi relativi alle operazioni di distacco.

Per richiedere la disdetta, il cliente deve innazitutto inviare una lettera all'indirizzo del servizio clienti Mediaset Premium che è possibile reperire sul sito di Mediaset, dove si può trovare anche la modulistica del recesso. Questa è valida sia per gli abbonati Easy Pay che per chi si è abbonato con l'offerta Premium Fastweb o con Alice Home TV. La lettera deve contenere tutti i dati anagrafici dell'utente, quelli di recapito per eventuali comunicazioni e quelli del contratto di abbonamento (numero e data di inizio). Inoltre la disdetta dev'essere inviata con un preavviso di almeno 30 giorni, così come previsto dal decreto Bersani.

In alternativa alla modulistica è possibile mandare a Mediaset una lettera di recesso scritta di proprio pugno, purché completa di tutti i dati anagrafici dell'utente e del servizio. La richiesta può essere fatta esclusivamente dal cliente titolare del servizio, di cui deve recare la firma. Il recesso ha efficacia dopo 30 giorni dalla ricezione della lettera e dev'essere inviata esclusivamente tramite posta raccomandata con avviso di ricevimento. E' possibile in aggiunta mandare un fax che però agli effetti di legge non può sostituire la raccomandata.