Meglio mettersi d'accordo che farsi la guerra. E' la morale della favola nello scontro Mediaset-Sky sui diritti televisivi per lo sport sulla pay tv. Le due società hanno infatti siglato un accordo che porterà sul satellite anche l'Europa League e sulla piattaforma pay tv del digitale terrestre i top match della Uefa Champions League.

L'intesa era nell'aria, perché in un momento di difficoltà per il gruppo del Biscione l'unica alleanza praticabile era paradossalmente quella con il nemico di sempre. Mediaset Premium riconquista così le partite più prestigiose della Uefa Champions League e Sky non perde nulla, guadagna semmai la più ampia offerta sportiva in tv mai avuta in Italia, aggiungendo al già ricco bottino anche l'intera Europa League.

L'accordo commerciale tra Sky Italia e RTI, società di Mediaset, riguarda le stagioni 2012/2013 e 2013/2014 e permetterà al pubblico di seguire la diretta di tutte le partite delle squadre italiane in entrambe le competizioni. Gli abbonati Sky potranno seguire in HD, Sky 3D e Sky Go anche Inter, Napoli e Lazio, mentre i possessori di tessera Mediaset Premium si godranno tutte le 128 partite Uefa Champions League ogni martedì e mercoledì.

In attesa di sapere se arriveranno davvero gli stranieri a salvare Mediaset Premium, a Cologno si approfitta della boccata di ossigeno. Sky invece gongola, forte di una proposta sportiva che copre le Olimpiadi di Londra, tutta la serie A, l'intera Uefa Champions League, la new entry dell'Europa League, la F1 con 11 gran premi in esclusiva, il campionato Moto GP (dal 2014), più il grande tennis e l'NBA.