Pay tv e tv in chiaro lavorano in sinergia. Parola di Federico Di Chio, direttore generale contenuti di Mediaset. Anche perché l'offerta di entrambi i rami di produzione editoriale punterà molto sul cavallo vincente del calcio.

Sui diritti tv (e sull'accordo con Sky) il gruppo di Cologno ha investito tantissimo, anche nella speranza di risollevarsi dai problemi finanziari. In un quadro che prevede tagli ufficiali per 250 milioni di euro - che potrebbero arrivare a 400 - da spalmare fra riorganizzazione delle sedi e riduzione delle spese di produzione per telefilm e di diritti cinema, il pallone resterà la punta di diamante dell'intera offerta Mediaset.

A proposito di cooperazione fra le reti, la programmazione calcistica 2012-2013 di Mediaset Premium (Serie A, Serie B, Europa League e il top match del mercoledì di Champions League), disponibile anche via pc, smartphone, tablet e pay-per-view, farà capolino anche su Italia 1. "Dal 20 settembre su Italia 1 manderemo in onda in formato Hd la miglior partita del mercoledì di Champions League commentata da Sandro Piccinini, con tanto di diretta dallo studio sia prima che dopo la partita condotta da Alberto Brandi", ha annunciato Ettore Rognoni, direttore di Sport Mediaset. "Ogni giovedì, invece, trasmetteremo una partita di Europa League, sempre in prima serata e sempre con gli approfondimenti sia prima che dopo il match".

Rognoni ha confermato la squadra storica dei commentatori, aggiungendo una confessione: "Abbiamo parlato con Del Piero, se dovesse smettere o andare a giocare in un campionato vicino all'Italia, potrebbe entrare nella nostra squadra. Forse è un sogno, speriamo di realizzarlo". Chissà che da sogno nel cassetto non si trasformi in asso nella manica.