Sky Go non è compatibile con tutti i tablet e lo spot non lo spiega. Per questo motivo Adiconsum ha denunciato Sky per pubblicità ingannevole all'Antitrust. Gli spettatori degli eventi sportivi pay tv dell'estate potevano "portare con sé" Europei e Olimpiadi solo se in possesso di iPad o tablet Samsung con sistema operativo Android.

Peccato che i messaggi pubblicitari non lo abbiano spiegato con chiarezza. Il problema è quello della cosiddetta "neutralità tecnologica", ovvero la mancata compatibilità con tutti i device presenti sul mercato, e riguarda in realtà tutti i broadcaster. I programmi Rai e Mediaset Premium, ad esempio, non sono visibili su dispositivi Android perché il software scelto per la trasmissione è Microsoft Silverlight, compatibile solo con Windows e Apple.

Il consumatore finisce insomma per pagare servizi a cui non ha accesso. La questione, secondo Adiconsum, va ampliata anche al mercato di smartphone e tablet nel quale "l'assenza di chiarezza e regole certe impedisce la libertà di scelta del consumatore che non è in grado di comprendere prima dell'acquisto cosa è possibile fare o non fare con un apparato", ha dichiarato Pietro Giordano, segretario generale dell'associazione.

Per questo è auspicabile un intervento in merito dell'Antitrust a tutela della libertà e consapevolezza nelle scelte d'acquisto del consumatore. Nello specifico, si dovrebbero adottare misure che permettano il confronto tra le caratteristiche dei device in vendita e l'offerta multimediale dei broadcaster.