Dove sono finiti il gossip e le frivolezze sui canali della pay tv? Sky li ha liquidati, seguendo una tendenza inaspettata per il panorama televisivo italiano: la crescita dei canali culturali e scientifici.

Addio al pettegolezzo hollywoodiano di E! Entertainment e alle soap sudamericane di Lady Channel, spazio a DeA Sapere, Sky Arte Hd (in onda dal primo novembre) e Focus Tv. La divulgazione scientifica e culturale assume nuove forme e si mescola alla fiction e al reality, senza perdere di vista contenuti di qualità e sguardo cosmopolita.

I nuovi canali seguono la scia dei presidi storici della cultura sul satellite, ovvero Discovery Channel, History Channel, BBC Knowledge e National Geographic. Natura, viaggi, archeologia, storia, scienza, tecnologia, costume sono solo alcuni dei temi più trattati e seguiti su queste emittenti, che riescono ad attirare l'interesse di grandi, piccoli, esperti e semplici curiosi. Per i più esigenti, poi, c'è anche il pioniere Arte, canale franco-tedesco disponibile nel pacchetto Mondi e Culture di Sky.

A riprova del fatto che la cultura riscuote sempre più successo in tv, va segnalato anche l'esperimento Rai 5 sul digitale terrestre. In poco più di un anno di trasmissioni, una delle ultime figlie di mamma Rai è riuscita a mettere su un palinsesto pieno di teatro, musica, documentari, danza, con uno stile molto accattivante e per niente snob. L'evento più seguito in assoluto? Il Don Giovanni di Mozart in diretta dalla Scala. Chi l'avrebbe mai detto in Italia?