Noleggio e streaming di film, telefilm e videogiochi come sono concepiti adesso potrebbero avere le ore contate. Gira ormai da un po' di tempo, e i bene informati giurano che a breve si tradurrà in realtà, la voce che anche in Italia sbarcherà Netflix, la società americana che da ben quindici anni negli Usa offre noleggio e streaming via internet.

Originariamente il noleggio avveniva tramite la spedizione del prodotto selezionato mentre dal 2008 basta iscriversi al sito e pagare un abbonamento mensile a partire da 7,99 dollari.

Canada, America Latina, Regno Unito e parte dell'Europa come Danimarca, Finlandia, Norvegia e Svezia sono state già conquistate da Netflix, grazie all'immensa videoteca che mette a disposizione degli abbonati.

Negli Usa il successo di Netflix è continuo ed incessante: nel 2012 il mercato dei video on-demand ha raggiunto i 454 milioni di dollari contro i 4,3 milioni del 2010, superando anche la Apple nella vendita online di film.

Vecchi titoli e ultime uscite: è anche questo il successo del sito americano, che mette a disposizione centinaia di migliaia di film per gli appassionati del genere.

In Italia l'arrivo (dato quasi per certo) di Netflix rappresenterebbe una vera e propria rivoluzione per la televisione ed il cinema. Si sa, i canali tradizionali come Rai Mediaset non hanno mai visto di buon occhio la concorrenza digitale tanto che la disputa tra Mediaset e Youtube è arrivata addirittura in tribunale. E nemmeno iTunes Store ha ancora attivato la sezione dedicata ai programmi e alle serie tv.