Google sta prendendo accordi con alcuni fornitori di contenuti per aprire nuovi di pay TV per il suo portale di video sharing, YouTube. Sembra infatti che, il terzo social network per utenti attivi, sia quasi pronto a lanciare questa primavera ben 25 canali a pagamento.

A rivelare tale notizia è stato il Wall Street Journal e pare che il servizio di condivisione video per eccellenza possa aver già preso accordi anche per la realizzazione di palinsesti dei canali visibili solo su abbonamento mensile.

Inoltre, YouTube ha anche recentemente lanciato la propria app per la condivisione Capture, cioè quel servizio che rende disponibile la condivisione in tempo reale da smartphone di video e canali, un servizio allettante per tutte le emittenti via cavo che potrebbero fare a gara per essere integrate nei nuovi servizi di YouTube.

Ad ulteriore conferma dei nuovi canali di YouTube, un giornalista sulla rivista pubblicitaria americana Ad Adge, tratta proprio questo argomento: "YouTube ha contattato un piccolo gruppo di produttori TV e ha chiesto loro di presentargli delle applicazioni in grado di creare canali per il cui accesso gli utenti dovranno pagare".

Il prezzo dell'abbonamento mensile dovrebbe aggirarsi intorno ad un range da 1 a 5 dollari, a seconda dei contenuti e dei canali e i contenuti potranno essere di vario genere: ad esempio gli eventi live o in differita (streaming).

Alcuni dei nomi dei possibili fornitori di contenuti potrebbero essere già stati rivelati e, secondo la rivista Ad Adge, faranno parte del programma i seguenti: Machinima, Maker Studios e Fullscreen.