Cucine da incubo, il reality show condotto dallo chef Gordon Ramsay, avrà il suo format italiano. Fox Life, canale 114 di Sky, dal 15 maggio trasmetterà l'adattamento del programma inglese e americano.

A risistemare i locali fatiscenti, con personale che lascia a desiderare e con un'organizzazione non degna di questo nome ci penserà il cuoco di Vico Equense Antonino Cannavacciuolo che ha visitato 350 ritoranti e girato 500 ore di programma.

Sara D'Amico, responsabile produzioni intrattenimento Fox Channels, ha spiegato che Cannavacciuolo è stato scelto dopo aver provinato 30 chef stellati, che però non avevano convinto la produzione. Poi è arrivato il cuoco napoletano (stellato anche lui) ma piemontese di adozione e anche imprenditore dato che è proprietario del ristorante Villa Crespi sul Lago Orta, elemento che ha spinto ancora di più Fox Life a sceglierlo tra i tanti che si erano presentati alle selezioni.

A differenza delle cucine da incubo inglesi e americane, che nel programma vengono dipinte soprattutto come sporche, il problema di quelle italiane non è la sporcizia ma la grande disorganizzazione, cosa che genera debiti ma anche caos in cucina: tanti ristoranti che Cannavacciuolo ha visitato avevano pagine su pagine di menù ma un solo cuoco.

Dal 15 maggio saranno dieci i ristoranti che Cannavacciuolo e lo staff di interior designers rimetteranno a nuovo, portandoli dall'orlo del fallimento ad una nuova vita.

Il cuoco due stelle Michelin confessa di non seguire MasterChef e di preferirgli I Simpson. Pur essendo molto conosciuto nell'ambiente, finora non ha partecipato a programmi né ha scritto libri di cucina. Ora si mette alla prova con Cucine da incubo, tentando di trasformarle in un sogno.