Ancora una volta sarà necessario servirsi della pay tv per accedere alla diretta tv, highlights e commenti da studio pre e post partite del torneo di Wimbledon 2013 che avrà inizio lunedì 24 giugno.

Sarà Sky ad avere l'esclusiva dell'edizione 2013 di Wimbledon, una serie di canali e di opzioni permetteranno la visione contemporanea di molte partite e l'accesso ai migliori colpi degli incontri.

Per quanto concerne gli orari tv, tutti i giorni il collegamento partirà almeno per la prima settimana, alle ore 13:00.

Il calendario e le date per Wimbledon 2013

Il 24-25 e 26 giugno saranno dedicati agli incontri di primo turno, nei due giorni successivi terranno banco i match maschili e femminili del secondo turno, la prima settimana si concluderà con il programma del terzo turno.

Il 1° luglio si parte con la seconda settimana del torneo e le cose si fanno più interessanti, subito ottavi di finale maschili e femminili, e nella serata di mercoledì 3 luglio dovrebbero essersi conclusi anche i quarti. Il giorno dopo spazio alle semifinali donne, venerdì 5 toccherà alle semifinali uomini, e come di consueto, sabato finale donne e domenica 7 luglio 2013 il clou di Wimbledon con la finale maschile.

Pronostici Wimbledon 2013

Il favorito alla vittoria finale in campo maschile è certamente il numero 1 del ranking ATP e naturalmente testa di serie n.1 a Wimbledon, Novak Djokovic.

Dalla parte del suo tabellone non ci sarà Nadal che come n.5 era l'incognita impazzita del sorteggio, invece più in avanti potrà dover fronteggiare tennisti forti come Del Potro, Ferrer, Berdych, insomma, un cammino tutto sommato non complicato.

Decisamente più interessante l'altra parte del tabellone dove c'è anche il favorito numero 2 di Wimbledon 2013 uomini: ovvero lo scozzese Andy Murray che in semifinale potrebbe trovare uno tra Federer o Nadal, salvo l'inserimento di outsiders come il francese Tsonga. Tornando brevemente ai pronostici in ambito maschile, a Nadal si danno più chanche di vittoria finale rispetto a Federer.

In campo femminile pochi dubbi, la tennista da battere è Serena Williams, buone possibilità anche per Maria Sharapova, mentre le altre pretendenti a raggiungere almeno la semifinale sono Agnieszka Radawanska, Sabine Lisicki, Victoria Azarenka e forse la Kvitova. Le italiane?

Sull'erba difficilmente possono andare troppo avanti Sara Errani e Roberta Vinci, nonostante i loro ottimi colpi sotto rete, la battuta è davvero troppo lenta. Meglio la Schiavone in questo frangente, ma l'azzurra non sembra trovare più la forma e la continuità che aveva fino a un paio di anni fa, quando conquistò il titolo e poi una finale al Roland Garros.