Il Tour de France 2013 riprende la sua corsa martedì 9 luglio con la decima tappa, infatti lunedì si osserverà un giorno di riposo come previsto. Prima di illustrare la 10^ tappa con le anticipazioni sul percorso e gli orari della diretta tv sulle reti Rai e in Pay Tv, ecco come si è conclusa la 9^ tappa di domenica 7 luglio.

A trionfare è stato il corridore irlandese Daniel Martin, primo in volata all'arrivo di Bagneres de Bigorre per la seconda tappa sulle montagne dei Pirenei. Ma in un certo senso c'è stato un altro vincitore, si tratta della maglia gialla Chris Froome del team Sky da cui ci si attendeva un possibile calo di rendimento soprattutto quando è rimasto senza gregari che lo sostenessero.

D'altronde la tappa odierna del Tour De France 2013 presentava ben 5 GP della montagna, ma il britannico si è difeso alla grande e alla fine ha accumulato all'arrivo solo 20 secondi di ritardo sul vincitore, i suoi avversari diretti per la classifica generale non hanno fatto meglio, per cui Froome ha potuto conservare la maglia gialla di leader del Tour de France 2013.

Ordine d'arrivo 9^ tappa e classifica generale Tour de France 2013 aggiornata

1) Martin; 2) Fuglsand; 3) Kwiatkowski. Il gruppo con la maglia gialla a 20".

In classifica generale, Chris Froome è al comando con 1' 25" su Alejandro Valverde della Movistar che ha recuperato posizioni. Al 3° posto Mollema con 1' 44" dalla maglia gialla, a seguire Ten Dam a 1' 50", Kreuziger a 1' 51" e con lo stesso Alberto Contador. Il vincitore della 9^ tappa Martin ha scalato la classifica e si è piazzato all'ottavo posto della generale con soli 2' 28" di ritardo da Froome.

Anticipazioni decima tappa Tour de France del 9 luglio 2013 e orario diretta tv

La Saint Gildas des Bois-Saint Malo sarà una tappa dedicata ai velocisti, quasi tutta in pianura per un percorso totale di quasi 200 km, la diretta tv sarà affidata a RaiSport intorno alle ore 14:50 e poi simultaneamente su Rai 3, in pay tv la diretta sarà trasmessa da Eurosport.

A smuovere un pò la classifica non sarà nemmeno la tappa successiva che pur sarà una cronometro individuale, solo 17 km e un percorso con saliscendi iniziale che poi finirà in pianura, ancora gli specialisti a contendersi la vittoria certo, ma non dovrebbero esserci distacchi significativi.