Barcellona-Real Madrid - Sale l'attesa per l'attesissimo Clasico di sabato 26 ottobre 2013 tra il Barcellona di Gerardo Martino e il Real Madrid di Carlo Ancelotti, gara dal valore non solo calcistico per entrambe le tifoserie.

Le due squadre sono le favorite assolute per trionfare in Spagna e anche in Europa, e sono rispettivamente al primo e al terzo posto nella Liga. Vediamo dove seguire le gara in diretta TV.

Barcellona-Real Madrid orario diretta tv

Il Clasico si giocherà al Camp Nou sabato 26 ottobre 2013, alle ore 18, con l'arbitraggio dell'internazionale Undiano Mallenco. L'incontro sarà trasmesso in diretta TV sulla piattaforma Fox Sports e sarà quindi disponibile per gli abbonati a Sky e Mediaset Premium.

Analisi della partita: Barcellona-Real Madrid

Barcellona e Real Madrid occupano la prima e la terza posizione nella Liga, separati dal sorprendente Atletico Madrid di Diego Simeone. Nonostante i proclami di inizio stagione e le campagne acquisti faraoniche, soprattutto da parte dei Blancos, le due squadre non si sono ancora espresse al massimo delle loro potenzialità, soprattutto dal punto di vista del gioco, e hanno l'occasione, in un match così importante, di assestare un colpo all'avversario, quantomeno a livello psicologico.

Il Barcellona, è primo a 25 punti e finora ha vinto 8 gare su 9, pareggiando solo con l'Osasuna. Il rendimento interno dei blaugrana è impressionante, 4 vittorie su 4 partite giocate, ma, al di là dei numeri, il gioco del Barca è apparso, almeno finora, meno spettacolare rispetto agli scorsi anni. Il fondamentale recupero di Puyol offrirà sicuramente maggiore solidità difensiva ad una squadra in cerca della piena intesa tra Messi e il nuovo arrivato Neymar, stella dei verdeoro.

Il Real Madrid, guidato dal tecnico italiano Carlo Ancelotti, stenta ad esprimere un gioco spettacolare, a dispetto della campagna acquisti trionfale condotta in estate, dove sono arrivati campioni come Bale e Isco. Per il tecnico emiliano non è stato semplice organizzare al meglio una squadra dove, almeno finora, i singoli campioni si sono mostrati poco inclini al gioco di squadra.

I risultati poco soddisfacenti derivano soprattutto da un reparto difensivo non di primissimo ordine, poco aiutato da centrocampisti orientati alla fase offensiva più che a quella difensiva. Ancelotti dovrà trovare in fretta soluzioni per soddisfare la richiesta di tifosi molto esigenti come quelli del Real, abituati al bel gioco oltre che alle vittorie, e una vittoria al Camp Nou sarebbe il modo migliore per mettere a tacere la critica spagnola, che ne ha già auspicato l'esonero dopo la cocente sconfitta nel derby contro l'Atletico Madrid.