L'INCONTRO

Mercoledì 23 Ottobre 2013 andrà di scena il big match tra Real Madrid e Juventus. Gli spagnoli hanno vinto sia contro il Galatasary che contro il Copenaghen ed entrambe invece hanno pareggiato contro la vecchia signora. La classifica è semplice e vede al primo posto a punteggio pieno il Real con sei punti, al secondo posto seguono i bianconeri a 2 punti ed infine, a pari punteggio con 1 punto Copenaghen e Galatasary.

La Juventus dovrà dimostrare orgoglio e forza per valere contro il Real Madrid, anche se l'impresa sembra difficile. A complicarle la vita anche i due prossimi impegni a cavallo in Serie A con Fiorentina e Napoli che la costringeranno al turn over. Giocare in trasferta la prima delle due che metteranno i due club a confronto non è poi il massimo.

LA CONDIZIONE

La condizione degli spagnoli è splendida, come al solito, anche se in campionato sono a meno cinque punti dalla vetta; situazione un po diversa per la Juve che si ritrova al secondo posto con meno due punti. Inoltre i bianconeri, quasi come stregati, hanno sempre faticato in Europa e ultimamente non riescono proprio a passare in vantaggio per primi. Ci sono purtroppo diverse possibilità che il cammino in Champions si complichi ulteriormente.

GLI ALLENATORI

Conte è sicuramente bravo ma alle prime esperienze da tecnico in Europa, diversa storia invece per Carlo Ancelotti che conosce bene la competizione europea anche da mister e conosce la Juve che pure lui ha guidato.

IL PRONOSTICO

Dopo aver sussurrato che l'impresa per il club italiano è difficile se non impossibile, capovolgiamo la prospettiva: gli spagnoli potrebbero essere sorpresi nella loro sicurezza e nella loro fortezza da quell'orgoglio e quel carattere che negli ultimi anni ha contraddistinto i bianconeri e pertanto puntare sulla prima vittoria in Europa sul campo più difficile del girone potrebbe essere un risultato più possibile di quanto si immagini.

DOVE VEDERE LA PARTITA

Oltre al servizio Mediaset Premium e Sky Sport, il match sarà visibile anche in chiaro su Italia 1.