Juventus-Milan - Sale l'attesa per il posticipo di domenica sera tra la Juventus di Conte e il Milan di Allegri, valido per la settima giornata del campionato di Serie A. Le due squadre sono reduci da un turno di Champions non certo esaltante e vorrebbero riscattarsi in un match molto sentito da entrambe le tifoserie. Vediamo dove sarà possibile seguire la gara in diretta tv e in streaming e le probabili formazioni che i due allenatori proporranno domenica 6 ottobre 2013.

Juventus-Milan orario diretta tv e streaming

Il posticipo si giocherà allo Juventus Stadium domenica 6 ottobre e sarà trasmesso in diretta sulle Pay tv Sky e Mediaset Premium con fischio d'inizio alle ore 20:45.

Gli abbonati a Sky e Mediaset Premium potranno seguire il match Juventus-Milan in streaming grazie alle applicazioni Sky Go e Premium Play, con cui sarà possibile guardare la gara anche su smartphone e tablet.

Juventus-Milan probabili formazioni

La Juventus è uscita con le ossa rotte, e non solo in senso metaforico, dalla sfida di Champions League contro il Galatasaray. Conte dovrà valutare le condizioni di Vucinic e Lichtsteiner, usciti per infortunio, e dovrebbe confermare il 3-5-2, almeno inizialmente, con l'opzione del passaggio a partita in corso al 4-3-3, qualora il risultato non fosse positivo. In porta giocherà Buffon e in difesa uno tra Bonucci, Barzagli e Chiellini potrebbe riposare per dare spazio a Ogbonna. A destra, in caso di forfait di Lichtsteiner, è pronto Isla, in cerca di riscatto dopo una serie deludente di prestazioni. A sinistra confermato Asamoah, mentre a centrocampo rientrerà sicuramente Marchisio, con Pirlo, Pogba e Vidal pronti a giocarsi le altre due maglie disponibili. In attacco improbabile il rientro di Vucinic, giocherà Quagliarella, rinfrancato dalla buona prestazione contro il Galatasaray, assieme a Tevez, con Llorente pronto a subentrare.

Allegri ha recuperato il solo Montolivo ed è alla prese con la solita lunga lista di infortunati (a cui si è aggiunto Birsa) e con l'assenza di Balotelli, squalificato. Il modulo dovrebbe essere il solito 4-3-1-2 di chiara ispirazione "presidenziale", con Abbiati in porta, la coppia Mexes-Zapata al centro. Sulla fascia destra dovrebbe farcela Abate, con Zaccardo pronto a sostituirlo in caso di forfait, mentre a sinistra ci sarà il solito ballottaggio tra Constant e Emanuelson, con il primo favorito. A centrocampo Muntari, De Jong, Poli e Nocerino si contenderanno le tre maglie a disposizione, con i primi tre in lieve vantaggio. Il recuperato Montolivo agirà come trequartista dietro la coppia Matri-Robinho.