Una breve e facile guida per poter vedere Real Madrid-Juventus in streaming oggi, mercoledì 23 ottobre. La partita del Bernabeu segna la terza giornata della fase a gironi di Champions League del Gruppo B, girone che comprende anche Galatasaray e Copenaghen.

Streaming Real Madrid-Juventus

La condizione indispensabile per poter vedere la gara di questa sera è quella di essere abbonati a Sky o Mediaset Premium, le due grandi Pay tv italiane che nel corso degli anni hanno visto le loro offerte avvicinarsi sensibilmente.

Il primo passo da compiere è connettersi con il proprio computer, smartphone o tablet al motore di ricerca che si utilizza quotidianamente. Di seguito occorre digitare l'indirizzo skygo.sky.it se si è abbonati alla pay tv di Murdoch, altrimenti play.mediasetpremium.it se si ha l'abbonamento Mediaset Premium.

Una volta entrati nel sito si dovrà selezionare il canale televisivo che trasmetterà la diretta dell'incontro. Oggi per esempio i programmi da scegliere sono Sky Calcio 1 HD e Premium Calcio. Il collegamento dal Bernabeu inizierà alle ore 20.

Curiosità, indiscrezioni, ospiti, commenti tecnici e tattici accompagneranno la lunga vigilia della partita, il cui inizio come da tradizione per un match di Champions League è fissato per le ore 20.45. Segnaliamo che l'arbitro della gara è il tedesco Grafe.

Dopo la partita di ieri allo stadio Meazza tra Milan e Barcellona quella di stasera al Bernabeu ha tutte le premesse per essere un nuovo scontro campale tra due filosofie completamente opposte, quella spagnola e quella made in Italy.

La beffa, se così si può chiamare, è che il calcio iberico dovrà affidarsi ad un tecnico italiano, Carlo Ancelotti, vero maestro della Champions al pari di mostri sacri come Ferguson, Mourinho e Guardiola, vincitori tutti e quattro di due Coppe Campioni.

Conte invece insegue il sogno di ripetere l'epopea di Marcello Lippi, l'epopea di una squadra di cui lui era l'anima guerriera, anima che ancora non si è estinta, ma arde e continuerà a farlo fino a quando non otterrà il suo obiettivo.

La missione di entrambe le squadre è quella di vincere proponendo un bel calcio. Paradossalmente negli ultimi anni il mantra del risultato attraverso il gioco è stato osservato più dai bianconeri che dalle merengues, complice anche la presenza a Madrid di Josè Mourinho.

Con l'arrivo di Ancelotti il pubblico madrileno si augurava che le cose potessero cambiare in fretta, ma dopo i primi due mesi l'ex allenatore di Milan, Chelsea e Psg non ha ancora fornito segnali positivi in questo senso. E se il trend cambiasse a partire proprio da stasera?

In casa Juve fanno gli scongiuri ma il rischio di una nuova debacle in Champions è concreto. Forse anche per questo motivo Conte è corso ai ripari varando la difesa a quattro, con l'aggiunta di Caceres a destra. Riuscirà l'uruguaiano a fermare un certo Bale?