Le società che offrono servizi nel campo della pay tv si stanno facendo sempre più concorrenziali. Ne sono un esempio le offerte di Sky e Mediaset Premium, il cui obiettivo è fornire allo spettatore pacchetti che riescano a soddisfare le sue esigenze, ma gli permettano allo stesso tempo di risparmiare.

Una delle richieste più frequenti, soprattutto per i consumatori "sportivi", riguarda senza dubbio la possibilità di scegliere le tariffe di pay tv più vantaggiose per vedere il calcio o gli altri sport. Non a caso, secondo l'analisi mensile realizzata dal reparto ricerche di VivaKi, il canale di informazione sportiva Sky Sport 1 è stato uno dei più visti, soprattutto nella fascia oraria 21-22 di domenica 5 gennaio (1,3 milioni di audience) in occasione del posticipo di serie A Juventus-Roma.

Dalla ricerca, comunque, emerge che nel gennaio 2014 la tv non generalista raggiunge quasi il 39% di share nel totale giorno, evidenziando una crescita negli ascolti pari al +11% sull'omologo 2013. Di questo 39% di share complessivo registrato dalle tv non generaliste, il 32% appartiene ai canali del gruppo tv digitali (terrestri e satellitari, esclusi i canali Sky+Fox) che crescono complessivamente del +10% rispetto a gennaio 2013.

Rientra in questo gruppo anche il canale Dtt del gruppo Sky Cielo che supera il punto di share nel totale giorno (+112% vs gennaio 2013). Il restante 6.7% di share appartiene al gruppo sat pay Sky+Fox che registra un incremento di ascolti pari al +13% sul gennaio 2013.

È anche per questo motivo che sono sempre più numerose le offerte proposte da Sky e Mediaset Premium, con la creazione di pacchetti ad hoc tra i quali l'utente può scegliere in base ai suoi contenuti preferiti. Mediaset Premium, per esempio, propone pacchetti che comprendono Cinema, Serie e Documentari al prezzo di 349 euro oppure Calcio, Cinema, Serie e Documentari, Sport a 363 euro. Sky invece sta studiando abbonamenti che comprendano Sky TV, Sky Famiglia, Sky Cinema a 437,80 euro, con la possibilità di ottenere anche il decoder MySky con un piccolo aumento della quota annuale che passa a 537, 80 euro.

Le possibilità per vedere i propri programmi preferiti e risparmiare sono molte. Basta saper scegliere quelle più convenienti.