L'ampiezza dell'offerta di Mediaset Premium o di Sky è indiscutibile rispetto alla grande novità messa in commercio da Google che in ogni caso potrebbe presto ovviare alla sua unica pecca.

Se è impossibile per voi trovare l'abbonamento pay tv perfetto, proprio perché mal vi adattate al rigido palinsesto delle pay tv, la soluzione di Google vi farà urlare di gioia.

La possibilità di rendere ogni Tv una smart tv, attraverso l'inserimento nella porta hdmi di Chromecast, avrà conseguenze forti sul mercato.

Negli Stati Uniti ha già venduto milioni di pezzi. Ora, al prezzo di 35 euro, sbarca anche in Europa e sarà acquistabile su Google Play e Amazon: Italia, Regno Unito, Francia, Germania, Spagna, Olanda, Svezia, Danimarca e Finlandia le prime nazioni.

Poco più grande di una chiavetta usb, basta collegarla alla tv, attaccarla al suo alimentatore, scaricare l'app per smartphone o tablet e inserire la password del wifi; fatti questi passaggi, ogni device connesso alla rete può essere usato come telecomando.

È compatibile non solo con smartphone e tablet Android ma anche con iPhone e iPad; inoltre può comunicare con pc e Mac attraverso il browser Chrome. Così anche se non possediamo una smart tv, ovvero un televisore già predisposto usufruire di contenuti via internet, abbiamo la possibilità di trasportare i contenuti da internet al piccolo schermo.

Unica pecca, come abbiamo già detto, è la quantità e la qualità dei contenuti: per ora si ha accesso ai video di YouTube e ai film e la musica di Google Play. Si scaricano le app sullo smartphone o sul tablet, si acquista o si seleziona il centenuto da riprodurre e infine si fa partire il video premendo una piccola icona di trasmissione che appare su display.

Il link verrà trasmesso alla tv e partirà la visualizzazione. E il nostro device sarà a tutti gli effetti un telecomando, usandolo anche per controllare qualsiasi cosa durante la riproduzione.

Chromecast si può anche usare con il browser Chrome su pc o mac. Per farlo, però, bisogna prima scaricare l'estensione Google Cast. In questo modo la tv diventerebbe una vera e propria estensione del pc: l'esperienza però adesso come adesso è abbastanza deludente, infatti l'audio spesso non risulta perfettamente sincronizzato con il video.

In Italia i film sono arrivati su Google Play lo scorso novembre, i prezzi per il noleggio o l'acquisto sono gli stessi praticamente di iTunes. Manca però ancora da noi un servizio di streaming per i film, ma dovrebbe arrivare a breve. Negli Usa, ad esempio, Chromecast è compatibile con Netflix. Nel frattempo si può usufruire della piattaforma Infinity di Mediaset, Chili tv, Cubo di Telecom e anche di Sky Online. È molto probabile che queste piattaforme presto saranno incluse nell'offerta di Chromecast.

Anche se si tratta di una novità assoluta la concorrenza è già accanita: esiste già, al prezzo però di 109 euro, la Apple Tv, un prodotto molto simile alla chiavetta di Google che tuttavia soffre in questo caso la ristrezza di compatibilità che contraddistingue tutti i prodotti iOS.

Al contrario Chromecast è compatibile con tutte le piattaforme, comprese quelle di Apple. Anche Amazon presto si inserirà in questo mercato, mettendo sul mercato la sua Kindle Tv, una chiavetta con caratteristiche molto simili a Chromecast.