Gli appassionati di cinema e calcio sono sempre più attratti dagli abbonamenti di Sky e Mediaset Premium che offrono prezzi sempre più convenienti e pacchetti completi di tutta la programmazione in pay tv. Purtroppo, però, le truffe ai danni dei clienti sono frequenti e spesso i consumatori non si accorgono che le loro tessere sono state clonate. Come comportarsi in questi casi? A chi bisogna rivolgersi? Ecco una guida per risolvere questi problemi.

Innanzitutto per difendersi dalle truffe sugli abbonamenti di Sky e Mediaset Premium bisogna sapere come funziona questo business illegale. Le offerte di pay tv a prezzo vantaggioso sono pubblicizzate un po' ovunque, in tv, radio e giornali. Sulla carta stampata, però, appaiono molto spesso anche delle cronache di truffe ai danni di ignari clienti. Il problema è sempre lo stesso: tessere clonate e delinquenti che lucrano alle spese dei consumatori.

Ma come fanno a clonare le tessere di Sky e Mediaset Premium? Il meccanismo, che si trova descritto in numerosi blog, è piuttosto semplice per gli esperti del mestiere. In pratica, tramite appositi dispositivi, si copiano i dati delle carte dei regolari clienti e si trasmettono a nuove carte che saranno poi vendute a ignari acquirenti. Le modalità delle truffe, poi, si differenziano ovviamente da regione a regione, ma il business "sommerso" è davvero grande a livello economico.

Come difendersi dunque da queste truffe? Tutelarsi da queste frodi non è semplice e non è facile accorgersi se la propria carta è stata clonata. Uno dei modi per accorgersi, ad esempio, è un addebito illecito sul proprio conto, magari per aver visto un programma a pagamento che in realtà non è mai stato richiesto. In questi casi, sicuramente la prima cosa da fare è contattare il proprio operatore di pay tv e se la truffa viene confermata bisogna segnalare il fatto alla Polizia Postale, ovvero l'autorità che si occupa delle frodi telematiche.

Purtroppo il fenomeno delle truffe ai danni di clienti pay tv e delle compagnie come Sky e Mediaset Premium è in aumento. Su internet, inoltre, si trovano numerosi "tutorial" che spiegano come clonare le tessere dell'abbonamento. Forse è il caso di intervenire per rimuovere questi contenuti.