Gran parte dei telespettatori scelgono di stipulare un contratto di Pay Tv per sopperire alla limitata offerta della televisione in chiaro. Abbonarsi a questo tipo di servizi consente, infatti, di guardare liberamente numerosi film, campionati sportivi e canali di entertainment. Dal momento che le offerte e le soluzioni studiate per soddisfare i consumatori appaiono molto diversificate tra loro, sarà utile valutare accuratamente quale pacchetto sia maggiormente in linea con i gusti di ciascuno. Tenendo conto di questi fattori è possibile porre le offerte di Pay Tv più interessanti a confronto così da trovare rapidamente una valida opportunità.

Effettuare una scelta consapevole è importante anche perché bisogna tener conto che i prezzi degli abbonamenti variano in relazione a servizi e contenuti, a seconda delle personali esigenze ciascun utente sarà in grado di mettere l'offerta Sky a confronto con quella dell'altro colosso televisivo Mediaset Premium così da scegliere quella più vantaggiosa.

Negli ultimi mesi alcune ipotesi erano state fatte in merito ad un'ipotetica fusione tra Mediaset Premium e l'azienda di Tlc Telecom. Benché i vertici aziendali abbiano smentito una futura fusione ed operazioni societarie di altro genere, l'idea di un'alleanza tra le due grosse aziende Made in Italy sembra essere sempre più vicina.

Un'intesa potrebbe essere resa nota e formalizzata più presto di quanto si creda con delle ricadute positive sul fronte dei progetti e delle novità riguardanti i canali della payment tv. In particolare le aziende potrebbero lavorare assieme al fine di creare un legame tra gli abbonamenti telefonici e televisivi.

Se i progetti in cantiere dovessero andare in porto, i servizi a disposizione degli utenti potrebbero essere ampliati e si potrà scegliere di usufruire dei contenuti per mezzo di decoder unico che funzioni con il satellite, o su pc e dispositivi mobile attraverso una rete Internet a banda larga.

Nell'arco di un'intervista Pier Silvio Berlusconi ha affermato che l'integrazione tra Mediaset Premium e Telecom sarebbe un passo avanti non solo per gli interessi aziendali, ma anche per il Paese. L'esito dell'alleanza, tuttavia, passerà anche per l'intermediazione dell'altra grossa azienda televisiva italiana Sky che ha già stipulato con Telecom accordi in vista di un'offerta unica telefono/tv che partirà dal prossimo febbraio 2015.