Il mondo della televisione a pagamento nel tempo ha subito un'evoluzione volta ad assecondare il più possibile le esigenze dei propri utenti finali. Questo si è tradotto, non solo in un palinsesto decisamente articolato che punta su programmi di approfondimento molto differenziati fra loro, ma anche nella possibilità di fruire contenuti pay anche fuori casa e secondo tempistiche personalizzate. Infatti, nel momento in cui gli utenti provano a confrontare i prodotti Mediaset Premium con la varie offerte Sky, l'attenzione non è più catturata unicamente dai contenuti proposti, ma dalle innumerevoli modalità con cui è possibile accedervi.

I telespettatori appassionati di sport, che vengono maggiormente soddisfatti dall'offerta calcio sulla pay tv, o i cinefili a caccia di anteprime non si accontentano più di restare vincolati agli orari della programmazione televisiva, ma apprezzano maggiormente la possibilità di usufruire dei canali web per seguire le proprie passioni ovunque.

Consapevole di questa tendenza, Sky Italia ha implementato la propria presenza sul web e, a seguito di un accordo con Akamai, fornitore di servizi cloud per la distribuzione, ottimizzazione e sicurezza dei contenuti e delle applicazioni online, ha incrementato decisamente il workflow dei servizi rivolti agli utenti, per i quali migliora l'esperienza dei contenuti Sky Online grazie ad un aumento della velocità di upload dei file del 650%.

Per rispondere alla crescente domanda di contenuti fruibili da dispositivi mobili, Sky ha dovuto incrementare la velocità di upload dei titoli sui propri sistemi di storage allo scopo di accrescere il numero di contenuti resi disponibili agli utenti e al contempo migliorarne la fruizione.

Vincenzo Roggio, Distribution Platform Design & Developmennt Engineer di Sky Italia, ha spiegato come, a fronte di una vastissima libreria di contenuti e una richiesta di download elevata, poter offrire un servizio rapido ed efficiente è diventata un'esigenza assolutamente prioritaria, motivo per cui la collaborazione con Akamai si è rivelata provvidenziale per consentire un rapido aumento della velocità di caricamento e l'ottimizzazione del workflow relativo alla gestione editoriale dei contenuti.

L'opzione Aspera, integrata nella piattaforma cloud per l'online storage di Akamai, consente a Sky di offrire una modalità più rapida per l'upload dei file a prescindere dalla dimensione del file e dalla distanza geografica. Questo consente di oltrepassare l'ostacolo dei "cosiddetti colli di bottiglia" generati dall'utilizzo dei protocolli tradizionali e contente di offrire agli utenti un portafogli di titoli più ampio.

Sky Italia ha deciso di appoggiarsi ad Akamai anche per quanto riguarda il supporto del servizio Sky Go, consapevole della notevole richiesta di contenuti da poter fruire in mobilità. La collaborazione si è rivelata proficua anche in questo caso, realizzando una disponibilità del 100% e una qualità elevatissima.

L'obiettivo dell'operatore, stando alle parole di Roggio, è quello di poter offire contenuti live e ondemand via web di qualità analoga o superiore a quella attualmente resa dal satellite.