L’Agcom prende una decisione destinata a far discutere. L’Autorità garante per le telecomunicazioni ha infatti deciso che Juventus-Real Madrid, semifinale di andata della Champions League 2014/15 dovrà essere trasmessa anche in chiaro, e quindi su Canale 5. A seguito della decisione dell’Agcom la partita potrà essere vista da tutti, e non solo da chi dopo essersi informato su Sky e le sue offerte, ha sottoscritto un abbonamento con la tv di Murdoch.

Una partita meritevole di copertura nazionale

Gli accordi iniziali sui diritti tv prevedevano che Mediaset per questa stagione potesse far vedere in chiaro solo la partita del mercoledì delle formazioni italiane (o un’altra nel caso la Juve giocasse di martedì). In caso contrario la partita della Juve del martedì, come accaduto per gli ottavi e i quarti di finale era trasmessa in esclusiva da Sky. Coloro che in estate hanno messo le offerte calcio sulle pay tv a confronto per trovare la più adatta alle proprie esigenze avevano per la maggior parte scelto Sky per l’esclusiva sulla Champions League.

LEGGI ANCHE: Champions League: i diritti esclusivi a Mediaset

L’Agcom ha tuttavia deciso che la prima delle due sfide fra le formazioni di Massimiliano Allegri e Carlo Ancelotti fosse tramessa in chiaro, in quanto “evento sportivo di particolare rilevanza e come tale da trasmettere anche in chiaro su primarie reti generaliste. Disposizione riconosciuta anche da Uefa”. Considerato che Barcellona-Bayern Monaco di mercoledì 6 maggio verrà trasmessa solamente sulle reti Mediaset, e lo stesso vale per il ritorno allo stadio Bernabeu di Real Madrid-Juventus, a Sky resta solamente una partita in esclusiva, ossia Bayern-Barcellona di martedì 12 maggio.

Il programma delle partite europee da qui a fine stagione

Sky è penalizzata anche dal fatto che non ha alcun diritto per questa stagione riguardo all’Europa League. La partita fra Siviglia e Fiorentina verrà tramsessa in chiaro, mentre l’altra semifinale fra Napoli e Dnipro sarà visibile esclusivamente sulla pay tv Mediaset Premium. Ricordiamo poi che la finale di Champions League, che si disputerà il 6 giugno a Berlino, sarà trasmessa in simulcast da Sky e Canale 5, mentre quella di Europa League di Varsavia sarà trasmessa in chiaro da Mediaset e simultaneamente su Mediaset Premium.

La pay tv di Murdoch, a seguito del decreto Agcom ha quindi in esclusiva assoluta solo una delle ultime cinque partite di Champions (e nessuna di Europa League), mentre Mediaset, fra trasmissioni in chiaro e a pagamento trasmetterà ben 9 partite sulle 10 restanti delle due competizioni. Un duro colpo per Sky, che salvo accordi ancora da raggiungere l’anno prossimo non avrà i diritti per la Champions League, in esclusiva a Mediaset per i prossimi tre anni, ma solo quelli relativi all’Europa League.