Netflix in Italia dal prossimo ottobre: dopo mesi di mormorii e indiscrezioni, da qualche settimana è giunta anche l'ufficialità, sancita direttamente dal CEO della piattaforma on demand Reed Hastings nel corso di un'intervista concessa a Wired Italia. Presto, prestissimo, nel porre le offerte Pay Tv a confronto alla ricerca dei canali più adatti ai propri gusti, si potrà contare su un nuovo prodotto di altissima qualità, completamente online. La condizione fondamentale per godere dei contenuti di Netflix è che si sia in possesso di un connessione internet abbastanza performante da garantire uno streaming di qualità. Netflix, infatti, richiederà una connessione minima pari a 0,5 megabit al secondo, ma per un fruizione adeguata dei contenuti occorrerà munirsi di una banda larga pari ad almeno 3,0 megabit al secondo e fino a 5,0 megabit per i canali in HD.

I contenuti proposti da Netflix in Italia e i costi di abbonamento

Basta informarsi su Sky Tv e la sua offerta commerciale e su quella di Mediaset Premium per comprendere quanto il nuovo fornitore di contenuti sia differente dalle più tradizionali tipologie di pay tv. Netflix in Italia si appresta a rivoluzionare la concezione di spettatore e lo farà offrendo il primo mese di fruizione dei propri canali in modalità totalmente gratuita. In seguito, il costo dell'abbondamento mensile sarà di 7,99 euro per attivare l'app su un device, di 8,99 euro per due attivazioni e di 11,99 euro per 4 apparecchiature.

LEGGI ANCHE: Netflix in Italia a ottobre: arrivata la conferma

L'offerta Netflix che si accinge a essere lanciata sul mercato dell'intrattenimento italiano presenterà circa 5.000 tra film e serie tv, da guardare quando si vuole e senza la necessità di effettuare il download, esattamente come prevede la modalità di fruizione on demand.

Proposta una serie su Marco Polo, non ci sarà House of Cards

L'offerta 2015-16 di Netflix in Italia sarà contraddistinta da un database da oltre un milione di gigabyte di contenuti e nel catalogo figureranno anche prodotti inediti e in esclusiva. Il progetto più interessante riguarda il lancio di una serie tv su Marco Polo (già trasmessa negli Stati Uniti dalla stessa Netflix), girata a Venezia e interpretata da attori italiani, su tutti Pierfrancesco Favino e Lorenzo Richelmy (che interpreta Marco Polo).

In Italia, l'offerta della tv on demand sarà orfana di House of Cards, il prodotto di punta che ha spopolato in tutto il mondo che vede come protagonista un magnetico Kevin Spacey alle prese con gli intrighi della Casa Bianca. Allo stesso modo, non sarà trasmessa Orange Is The New Black, altro contenuto che Netflix ha già lanciato con grandissimo riscontro di pubblico.

Lingua originale e ridoppiata, da fisso o in mobilità

Netflix proporrà i propri contenuti sia in lingua originale che ridoppiati, con sottotitoli in lingua madre e in italiano e potrà essere utilizzata anche da smartphone e tablet (ma in questo caso è necessario essere in possesso di una connessione 4G). La piattaforma propone anche contenuti in 4K, sebbene in questo caso si riscontreranno notevoli difficoltà poiché la fruizione sarà vincolata a una tipologia di rete internet che in Italia è ancora assente. In ogni caso, sarà la stessa piattaforma ad adattare la risoluzione dello schermo alle prestazioni della rete che si utilizza per la fruizione dei contenuti.