Il Giro d'Italia è la corsa ciclistica a tappe più importante in Italia; il suo prestigio internazionale è secondo forse solo a quello del Tour De France. Quest'anno ricorre poi un anniversario speciale: è infatti la centesima edizione di una gara organizzata per la prima volta nel 1909, è da quel momento disputata ogni anno nel mese di maggio (sospesa solo negli anni delle due guerre mondiali).

L'offerta sport di Mediaset Premium comprende anche quest'anno una copertura completa del Giro, che ci si aspetta più emozionante che mai: la partenza sarà il 5 maggio a mezzogiorno, da Alghero.

Giro d'Italia: come vederlo su Premium

Come tradizione, la casa del ciclismo su Premium sarà Eurosport, che trasmetterà in diretta tutte e 21 le tappe del Giro d'Italia, dalla partenza in Sardegna fino all'arrivo a Milano. Al termine di ogni tappa ci sarà poi un approfondimento, in cui verranno commentati i fatti del giorno con l'aiuto dell'ex corridore Juan Antonio Flecha, e in serata, dalle ore 12:00 la rubrica "Il giro Today" con tutto il meglio della tappa del giorno.

DA LEGGERE: Champions League: ecco le semifinali, come vederle con Premium

Giro 100: le caratteristiche di questa edizione

3.572 km divisi in 21 tappe: 6 per velocisti, 8 di media difficoltà, 5 di alta difficoltà e 2 a cronometro; partenza da Alghero (per la quarta volta nella storia il giro passa anche dalla Sardegna) e tradizionale arrivo a Milano, dove il "Trofeo Senza Fine", che premierà il vincitore di questa edizione, è già esposto nella galleria Vittorio Emanuele II per poter essere ammirato dai passanti.

Ecco le caratteristiche di questa storica edizione del Giro, per cui si prevedono circa 500mila spettatori lungo le strade ed oltre 190 paesi collegati per ogni tappa.

Grande novità di quest'anno è il ritorno della maglia ciclamino, che premia il leader della classifica a punti. Si tratta della maglia assegnata in base alla posizione raggiunta nella classifica di giornata (e che non tiene conto del ritardo dal vincitore), che dal 2010 aveva assunto il colore rosso; per il Giro 100 si torna invece al ciclamino che la caratterizzava dal 1970 al 2009.