Dopo 15 anni di duopolio Mediaset e Sky sui diritti televisivi della Serie A, la Lega Calcio ha assegnato i diritti TV Serie A 2018 a MediaPro, la società spagnola di marketing e comunicazione sportiva che ha vinto l'asta per trasmettere il campionato calcistico dal 2018 al 2021. Ma sull'assegnazione dei diritti TV Sky ha presentato una diffida alla Lega.

Diritti Serie A 2018-2021 assegnati a MediaPro

La società spagnola MediaPro ha acquistato i diritti TV della Serie A 2018 per un miliardo e cinquanta milioni a stagione, superando di mille euro la base fissata dal bando calcistico.

Sembrerebbe quindi finito il duopolio di Sky e Mediaset Premium, i leader indiscussi nel settore della Pay-TV italiana che per 15 anni si sono spartiti i diritti televisivi sulla Serie A.

DA LEGGERE: Abbonamenti Sky 2018: tutti i prezzi delle offerte Pay TV

Diffida Sky alla Lega Calcio

Come dicevamo, in seguito all'assegnazione dei diritti TV a MediaPro, Sky ha giocato il suo contro attacco, presentando una diffida alla Lega. Entro 45 giorni l'Autorità Garante delle Comunicazioni (AGCOM) dovrà esprimersi sulla correttezza della procedura di assegnazione dei diritti Serie A 2018 a MediaPro.

Qualora l'AGCOM presentasse il suo via libera, la società spagnola procederà a rivendere i diritti televisivi alle piattaforme Pay-Per-View o secondo altre modalità, salvo restando che nessuna società Pay-TV potrà avere l'esclusiva sulla trasmissione della Serie A.

Detto altrimenti, MediaPro si limiterà a rivendere ciò che ha appena acquistato alle piattaforme Pay-TV via satellite, digitale terrestre e streaming. Come? Sottoforma di diritti TV oppure di prodotti. Qualora si verificasse quest'ultimo scenario, Sky e Mediaset Premium diventano distributori mentre MediaPro il produttore dei contenuti.

Diritti TV Serie A 2018: che cosa cambia per gli utenti?

In entrambi i casi, con ogni probabilità, gli abbonati a Sky e Mediaset Premium potranno continuare a vedere le partite di Serie A sulle piattaforme Pay-TV. La novità riguarderà le piattaforme di streaming online che potrebbero poter iniziare ad acquistare i diritti TV Serie A da MediaPro.

Se così fosse gli appassionati di calcio potrebbero avere la possibilità di vedere i match direttamente su smartphone, tablet e PC a prezzi inferiori rispetto a quelli attuali grazie alle piattaforme di streaming.

In ogni caso non resta che aspettare il responso sui diritti TV Serie A dell'Antitrust che entro 45 giorni dovrà dare il via libera agli accordi fra MediaPro e Lega Calcio. Se così sarà, già entro fine primavera dovrebbe essere pronto il quadro delle offerte del prossimo campionato di calcio.